Al via il progetto “fertilità biologica dei terreni”

In approfondimenti, Blog -

di Stefano Zaninotti, agronomo Vitenova Vine Wellness

IMG_2839

Sono 13 le aziende vitivinicole che partecipano al progetto triennale “fertilità biologica dei terreni in aziende VinNatur”. Sono dislocate in Veneto, Trentino, Lombardia, Piemonte, Toscana, Campania e Puglia. Hanno aderito al progetto piccole realtà (anche 1,5 Ha di vigna) fino ad aziende strutturate con 20 e più ettari.

Il denominatore comune fra tutte è stato uno: la curiosità. Conoscere, approfondire, valutare il suolo, aiuta ad essere più consapevoli della capacità dell'”ambiente vigneto” di “dare” uve e vini corrispondenti al proprio territorio. Una sola “curiosità”, in realtà, ha mosso mille domande: toccare e raccogliere fisicamente la terra, valutare la sua “forza”, la forza delle radici di vite, il loro colore, la loro disposizione e tante altre osservazioni, hanno stupito il sottoscritto quanto i viticoltori.
L’accoglienza personale in azienda, senza eufemismi, è stata umanamente entusiasmante. Ho sempre incontrato viticoltori dalla mentalità e visione molto aperte; hanno messo subito a disposizione tutto il necessario per effettuare al meglio il lavoro: il proprio tempo (almeno mezza giornata), gli strumenti adatti, la forza di volontà e quella fisica (tutti hanno provato cosa vuol dire scavare un buco di 40 – 50 cm con vanga e/o piccone sul proprio terreno).
Durante i prelievi c’è stato il tempo per parlare di cosa sarà analiticamente fatto, delle implicazioni pratiche dei risultati che otterremo. Le osservazioni di chi conosce la terra, di chi ci vive in vigneto, saranno importanti per valutare correttamente i “numeri” che avremo con le analisi biologiche e chimico – fisiche. Aver raccolto anche queste osservazioni e impressioni ci aiuterà a “disegnare” meglio la realtà che normalmente non vediamo, il sottosuolo.

L’azienda che partecipa a questo progetto è consapevole che la sperimentazione non è solo interna alla propria realtà, ma che i risultati avranno più significato e valore perché condivisi con altre 12 aziende VinNatur. Ho percepito distintamente l’intenzione e la volontà ferrea di voler intraprendere nuove strade viticole e enologiche non ancora percorse, e che saranno percorribili solo se le informazioni e l’esperienza sarà condivisa tra aziende che hanno lo stesso obiettivo: rispettare la natura, la vite, il vino e l’uomo.

LEGGI ANCHE: http://www.vinnatur.org/e-possibile-misurare-la-vitalita-del-terreno/

Le aziende sono:

  • Cà del Vent – Franciacorta
  • Corte Sant’Alda – Valpolicella
  • Costadilà – Prosecco
  • Castello di Stefanago – Oltrepò
  • Daniele Piccinin – Monti Lessini
  • Elisabetta Foradori – Trentino
  • Franco Masiero – Vicenza
  • Il Cancelliere – Irpinia
  • La Biancara – Gambellara
  • Natalino del Prete – Puglia
  • Santa Maria – Montalcino
  • Cascina Roera – Asti
  • Valli Unite – Colli Tortonesi

IMG_3045 IMG_2873 IMG_2768


3 risposte a “Al via il progetto “fertilità biologica dei terreni”

  1. Per passione coltivo un piccolo e vecchio vigneto terrazzato collinare ad impianto 1975 di Cellatica DOC posto a Cellatica sotto il Santuario della Stella. Mi piacerebbe sapere di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.